Il ruolo della donna

Oggi mia cuginetta è venuta a stare un po’ da noi e dopo pranzo si è messa a passare il tempo su qualche giochino online su pc. Il suo grande amore ultimamente è Elsa di Frozen: quest’anno andrà in prima elementare e ha già detto che vuole tutto, ma proprio tutto, di Elsa, dalla cartella alla matita. Ha trovato vari giochini non ufficiali di Frozen con Elsa protagonista e ci ha passato tutto il pomeriggio.

Cosa deve fare Elsa in questi giochi, secondo voi? Salvare sua sorella Anna dal ghiaccio? Costruire il suo castello di ghiaccio? Giocare con Olaf? Ma assolutamente no. Ecco quelli più in voga:

– Elsa si rifà il trucco
– Elsa cambia pettinatura
– Elsa partorisce (??)
– Elsa lava il bambino (chiaro, dopo averlo partorito)
– Elsa fa la lavatrice
– Elsa asciuga e piega la roba
– Elsa fa la lavatrice, asciuga e piega la roba con il neonato in braccio (pure)
Quasi quasi preferivo Elsa dal dentista e Elsa che va a pescare. Sì, c’era anche questo.

Sinceramente, mi disgusta un po’ (abbastanza) che la coprotagonista di un film Disney rivoluzionario per i suoi canoni (è lei a salvare sua sorella e non c’è nessun principe, a parte quello cattivo) venga usato per la sua popolarità nel ruolo patriarcale della donna in stile Barbie. Anzi, perfino Barbie sta puntando all’emancipazione, ormai.

Elsa è una regina senza marito né fidanzato (mettiamo da parte il mio personale punto di vista che la vede assolutamente lesbica), con un grande istinto di protezione verso la sorella minore e una forte personalità. Finalmente è un personaggio diverso che non ha nulla di che condividere con Cenerentola che perde la scarpetta.

Il suo personaggio dovrebbe essere usato per dare proprio il modello opposto proposto da questi giochini alle bambine. Giochini che, ricordiamocelo, sono nella sezione “games for girls”. Giusto per non sbagliare. In fondo, Elsa avrà anche il vestito azzurro, ma quasi tutto il resto è rosa, rosa, rosa da far male agli occhi.

Che poi, veramente, non ho nulla contro il fatto in sé che esistono questi giochini, il fastidio nasce se è l’unico modello proposto, se non c’è altro, se non c’è davvero scelta fra il partorire e la cura della casa. E questo fa rabbia. Molta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...