Maze Runner saga: corri, corri col fiato sul collo e non guardarti indietro

Il titolo riassume appieno cosa ho respirato e provato nel leggere questi tre romanzi. Maze Runner è un viaggio adrenalinico verso la libertà. Ammetto che, quando iniziai il primo libro, ero un po’ scettica: sapevo che sarebbe migliorato, ma i primi capitoli parevano pesanti e un po’ lenti. Per fortuna sono andata avanti!
Spoiler, spoiler e una valanga di spoiler! Se non avete ancora finito di leggere la trilogia e ci tenete a farlo senza rovinarvi i punti più salienti, non proseguite oltre con questo articolo! Per chi ha già letto e per chi pensa di non avere problemi a spoilerarsi tutto, ecco il mio commento…


Bellissimo. Tutti e tre i romanzi, soprattutto il secondo e il terzo, si leggono col fiato corto, si va avanti colmi di paura per quello che accadrà, per quello che ci si troverà, sapendo che non sarà mai niente di buono. Il primo libro è quello che mi è piaciuto meno: l’inizio era un po’ noioso e difficile, tentavo di capire il mondo in cui tutta la narrazione si muoveva ma era una scatola chiusa e, certo, 71reyWTdKSLquanto avevo ragione. Inoltre non ero ancora abituata a capitoli così corti e incisivi.
Il Labirinto è una prova, è una situazione temporanea, partono da zero non sapendo di essere topi di laboratorio chiusi lì dentro per trovare il formaggio. Non conoscono nulla del loro passato, sono stati azzerati, hanno memoria solo del proprio nome.
La parte che più mi è piaciuta del primo libro è certamente quando il Labirinto non si è più chiuso e i Dolenti hanno iniziato la loro carneficina; non riuscivo a smettere di leggere, volevo arrivare alla fine, volevo scappare da quei mostri anch’io.

Il secondo libro è una meraviglia. Mi è piaciuto veramente molto. La Zona 716EmT7SuKLBruciata, l’inizio che era una pelle d’oca dietro l’altra, con quelle porte che si aprivano da sole nel buio più pesto e i cadaveri appesi dal soffitto, personaggi grandiosi e colpi di scena.
Nonostante tutto il meccanismo del Labirinto, ancora non avevo ben chiaro quanto Maze Runner fosse bugiardo, scaltro, contorto e cattivo. Ne La Fuga finalmente il mondo dove tutto si muove si mette a nudo, fra Eruzioni Solari, l’Eruzione, la malattia che manda fuori di testa le persone, e la C.A.T.T.I.V.O., fondata con lo scopo di combattere la malattia e trovare una cura per salvare la razza umana.
La mia parte preferita è senza dubbio quella dove Thomas e Brenda si trovano a dover scappare e nascondersi dagli Spaccati nel sottosuolo. Avevo il batticuore e inutile dire che mi è preso un infarto quando lo Spaccato che credevano se ne fosse andato era ancora lì che li aspettava al buio per farli a pezzetti. I brividi. “Gervaso mi ha rubato il naso” era più inquietante che divertente. Ho amato quella parte. In generale, mi è piaciuta tutta la breve avventura dei due da soli.

E poi l’adrenalinico terzo libro, una maratona di scoperte, di fughe, di guai in special modo. Arrivata a un certo punto nella lettura, alle ultime pagine, dashner-la-rivelazionemi chiedevo come sarebbe potuto finire tutto quello. Non c’era scappatoia, non c’era uscita, era un mondo in rovina, in distruzione, non c’era nulla da salvare, come poteva finire una storia del genere? Eppure, non mi ha deluso.
La Rivelazione inizia con l’uomo che lavora per la C.A.T.T.I.V.O che informa ai ragazzi, prima di tutto a Thomas, che loro sono immuni all’Eruzione. Tra minacce, altre morti, sparatorie, la gita a Denver e l’assalto della C.A.T.T.I.V.O., mi è piaciuto tutto. Quando hanno parlato del cervello di Thomas come ultimo tassello mancante sono scoppiata a ridere, era il colmo, avevano toccato il fondo, e il ragazzo era nella merda.

Maze Runner è sempre una corsa contro il tempo, contro chi tenta di ucciderli, contro dei mostri ideati apposta per essere letali, contro chi dice di essere dalla loro parte e di stare lavorando per salvarli ma che in realtà non aveva fatto altro che tentare di farli soffrire e morire per tutto il tempo.

Fanart di xCaeli su DeviantArt.

Fanart di xCaeli su DeviantArt.


La C.A.T.T.I.V.O. è buona

La C.A.T.T.I.V.O. è buona è una frase che ripercorre tutta la trilogia, da quando per la prima volta è Teresa che se la scrive sul braccio. È buffo pensare che, per tutto il tempo, dietro a tutte le cose che capitavano ai protagonisti, c’era la C.A.T.T.I.V.O. di mezzo. È sempre stata presente. Ha ideato il Labirinto, ha sottratto ognuno di loro dalla propria famiglia e sono i diretti interessati di tutte le morti. La C.A.T.T.I.V.O. ha agito contro la morale umana per salvare gli uomini o era questo era quello che si sono sempre detti, che probabilmente hanno usato come capro espiatorio. Sono l’esempio vivente del detto “il fine giustifica i mezzi”. Ma io non sono d’accordo e Thomas neanche. O meglio, il Thomas nuovo, quello che ha iniziato dal Labirinto, non quello che era prima di perdere la memoria.
L’Uomo Ratto usava l’idea di voler salvare il mondo dall’Eruzione ma in verità era pronto a sacrificare la vita di un ragazzino solo per salvare se stesso, che era infetto.
Bello come alla fine sia stata veramente una parte della C.A.T.T.I.V.O. a salvarli dalla stessa C.A.T.T.I.V.O., dando una maggiore importanza alla frase la C.A.T.T.I.V.O. è buona. Mi è piaciuto tantissimo! La C.A.T.T.I.V.O. è riuscita nel suo intento: ha salvato la razza umana.
Peccato che non si sia vista Ava Paige.


Thomas: quello che era e quello che è

Mi è piaciuto moltissimo come hanno reso Thomas. La dualità fra quello che era prima di perdere la memoria e quello che era diventato è stato un punto cruciale della trilogia. Thomas aveva lavorato con la C.A.T.T.I.V.O. insieme a Teresa, si sentiva sporco e colpevole della morte di Chuck, non voleva ricordare, non voleva giustificare la morte e la violenza, non voleva ritornare a capire che era quello giusto da fare. Il fatto che fosse un complice della C.A.T.T.I.V.O. senza saperlo è stata una cosa veramente apprezzata, azzeccata, come i flashback che lentamente gliene facevano ricordo. Thomas odiava la C.A.T.T.I.V.O. e sapere di essere stato uno dei fondatori lo terrorizzava a morte.

Fanart di GamzeeMiraclesFaygo su DeviantArt.

Fanart di GamzeeMiraclesFaygo su DeviantArt.

Il fatto che gli sarebbe ritornata la memoria lo vedevo come un grosso obbligo nei confronti della trama. Come una specie di Majin Bu che minaccia la Terra e gli eroi devono fermarlo prima che si trasformi allo stato originario e falliscono, vedevo Thomas che lottava per impedirlo senza successo. E invece così non è stato. Thomas è rimasto il ragazzo che si è risvegliato nel Labirinto, il Velocista, quello che ha pianto la morte del suo amico Chuck.


I Radurai e il Labirinto

Se c’è una cosa più ho apprezzato del primo volume, quella è la lingua dei Radurai. Levati, faccia di caspio! è sublime. Tra l’altro, caspio è una parola che ho usato spesso pure io da bambina ❤ Formidabile poi come Thomas, che non aveva mai sentito parlare in quel modo e inizialmente aveva chiesto delucidazioni, si sia messo anche lui a usare quei termini lungo le pagine. Segno che era diventato uno di loro.
I Dolenti sono stati per me un punto dolente per un bel po’ (Dolenti-dolente. Eh? Sì, pessima). Non riuscivo davvero a immaginarmeli. Tetri, gelatinosi, armati con qualsiasi cosa, rotolano. Alla fine, sulla mia testa si delineava una girella senza cioccolato con trivelle e coltelli che spuntavano ovunque.


Teresa la Traditrice

Tendo ad affezionarmi ai personaggi femminili prima che a quelli maschili ed essendo Teresa l’unica ragazza de Il Labirinto non ho avuto molte scelte. Mi è piaciuta, ma forse perché in un certo verso mi sentivo costretta a farlo, e ho cominciato ad apprezzarla di più solo nei due successivi libri. O meglio, più o meno. L’affezione di Thomas nei suoi confronti era contagiosa, probabilmente come lo era l’ansia e la paura che provava per tutti i tre volumi, ma le ho veramente voluto bene e sono stata combattuta per un po’ sul fidarsi e non fidarsi.

Fanart di HuskyIllustrations su DeviantArt.

Fanart di HuskyIllustrations su DeviantArt.

Era la Traditrice, così diceva l’etichetta, ma era stata costretta dalla C.A.T.T.I.V.O. ad esserlo. Quando era spuntata sulla Zona Bruciata e ha voluto rapire Thomas, ho pensato immediatamente che era questo il tradimento di cui si parlava e che presto sarebbe tutto finito, che lei non è era veramente quella che lo voleva morto, com’era stata dipinta dalle ragazze del Gruppo B, ma quando lei ed Aris si erano spalleggiati per gettare Thomas in quella stanza ho avuto dubbi. Molti dubbi. E così, mentre cresceva la diffidenza di Thomas, cresceva la mia. Diceva di averlo fatto per salvargli al vita ma da quel momento in poi era dura crederle, perché era stata veramente una brava attrice. Non avevo fatto che preoccuparmi per lei e poi è andata così.
Questo non mi ha dissuaso dal piangere la sua morte. Temevo sarebbe successo e quando ho letto del Dolente che l’aveva presa ho pensato che era fatta, ci stavo restando malissimo, no, l’hanno salvata, e poi è morta per salvare lui. Come per tutta la trilogia, Teresa non aveva agito che per salvarlo. È una cosa struggente, se ci si pensa, lei lo amava davvero.
E, in ogni caso, il rapporto Thomas/Teresa è quello che mette in piedi quasi tutto. Penso che sia davvero una delle cose migliori di Maze Runner.


Newt e Minho, gli amici fino alla fine

Terribile, veramente terribile la sorte di Newt. Fra tutti quelli rimasti, proprio lui doveva essere quello non immune, quello che era impazzito velocemente perché lo stress accumulato era troppo e troppo in fretta, quello che gli prega di ucciderlo?
Newt era stato il primo a stare dalla parte di Thomas, poi Chuck.

Fanart di Lehanan su Devianart.

Fanart di Lehanan su DeviantArt.

L’unico a chiamarlo Tommy. Era un ragazzo buono e gentile, mi sembra di ricordarlo perfino divertente all’inizio, ci sono rimasta veramente male. Purtroppo avevo sentito lo spoiler sulla sua morte prima di aver finito di leggere il secondo, quindi me l’aspettavo, ma ci sono rimasta male lo stesso.
Thomas lo ha ucciso e non si è fermato,  cercherà di rimuovere il fatto per il resto della sua vita, ha giurato che non lo avrebbe mai detto neppure a Minho. In quel momento non ci pensavo, ma adesso il “corri e non guardarti indietro” mi sa tanto di metafora di tutti e tre i libri.
Minho è invece quello divertente, spiritoso, attaccabrighe, testa calda. Le sue battute risollevavano il morale. Sono contenta che non sia morto.


Brenda e Jorge, i due finti Spaccati

Fanart di Manzanaperdida su DeviantArt.

Fanart di Manzanaperdida su DeviantArt.

Ho amato Brenda dal primo momento in cui è apparsa. Vero che inizialmente era un po’ troppo appiccicosa a Thomas ma, fingendo di essere una Spaccata, mi è sembrato giustificabile, doveva lanciare l’allarme sulla sua lucidità mentale. Jorge poi, con quel singolare modo di parlare, mi ha catturato subito. Ho sperato tanto che non morissero e che ce la facessero, quasi leggevo con più fretta e con il batticuore solo per sapere se erano ancora vivi.

Per quanto mi sia piaciuto il bacio tra Thomas e Teresa nel secondo, pur essendo stato un bacio “discusso” (forzato o non forzato dalla C.A.T.T.I.V.O.?), oh, quanto volevo che Thomas baciasse Brenda. Volevo entrare nelle pagine e tirargli un orecchio. Niente mi toglierà dalla testa che, se Teresa non avesse eseguito gli ordini della C.A.T.T.I.V.O. incrementando le sue paranoie, per quanto gli piacesse Brenda, lui non ce l’avrebbe mai fatta a stare con lei serenamente perché troppo attaccato alla prima. Ammetto di aver shippato per Brenda e Thomas ancor prima che Teresa ritornasse a farsi sentire. Che poi sì, ho trovato le due molto diverse: Teresa più pesante, Brenda più divertente.



La saga filmica

Ho visto il primo film, Il Labirinto, ma non me lo ricordo più molto bene per dire ciò che ne penso, dovrei rivederlo. Ricordo di averlo trovato molto diverso dal libro e il Labirinto così rappresentato mi era piaciuto, ma boh. Il secondo però non mi promette granché; lo vedrò per curiosità, ci sta, ma secondo me si discosta ancora di più dal libro.
Perché Teresa è con loro e non con il Gruppo B? Questo mi fa pensare che cambieranno totalmente il suo percorso, forse non ci sarà il Tradimento, e… volete vedere che faranno finire Thomas con lei invece che con Brenda?
A parte questo, gli attori scelti per interpretare Brenda e Jorge non mi piacciono molto. Magari Brenda, se le avessero lasciato i capelli lunghi… Ma Jorge proprio no. Mi aspettavo un personaggio totalmente diverso, tra l’altro più giovane di Giancarlo Esposito. Se non dirà muchacho neanche una volta, mi arrabbierò.
Meh, ho aspettative piuttosto basse. Magari lo vedrò pensando ad un universo parallelo che non ha a che fare con la storia del libro…

2014-09-30_1231


In conclusione, se dovessi dare un voto da uno a cinque…

Il Labirinto (The Maze Runner) 3
La Fuga (The Scorch Trials) 4
La Rivelazione (The Death Cure) 4



Tom? Teresa lo chiamò di nuovo. Cosa sta succedendo? Sono molto confusa.
Thomas provò un tumulto di emozioni, un calore dentro di sé che gli fece quasi venire le lacrime agli occhi. Un tempo aveva considerato Teresa la sua migliore amica. Ma non avrebbe mai più potuto essere così. Adesso tutto quello che provava quando pensava a lei era rabbia. […]
Teresa. Vattene.
Tom…
No. Non dire altro. Lasciami stare e… basta. E puoi dire alla C.A.T.T.I.V.O. che sono stufo di stare ai loro giochetti. Digli che sono stufo!
Lei aspettò qualche secondo prima di rispondere. Okay. Un’altra pausa. Okay. Allora ho solo un’ultima cosa da dirti.
Thomas sospirò. Non vedo l’ora.
Non lo disse subito, e se non avesse sentito la sua presenza avrebbe pensato che se ne era andata. Alla fine, parlò di nuovo.
Tom?
Cosa?
La C.A.T.T.I.V.O. è buona.
Poi se ne andò.

Maze Runner: La Fuga

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...