Pubblicarsi con Amazon

È successo ancora: “tornerò a breve con l’articolo su pincopallo” e poi no, sparisco. Sono stata male, quindi scusata. Sì, sono stata male per tre settimane; non è stato divertente.
Saaaaaaltando questa piccola premessa, oggi vi parlerò dell’articolo che vi avevo promesso, ovvero qualche dritta sulla pubblicazione con Amazon, cartaceo e digitale!

giphy

 

Parto da quello che per me è stato più complicato: la versione cartacea con Createspace, del gruppo Amazon.

Createspace c’è solo in inglese e questo è il primo problema che riscontra chi, come la sottoscritta, non è bravo in lingue straniere. Per fortuna sono stata aiutata da questo sito, che spiega molto bene le fasi per la pubblicazione: LINK. Vi consiglio di darci un’occhiata, è molto utile.
Parto dal presupposto che, chi sta leggendo questo articolo, abbia già un account sul sito e che abbia già avviato la procedura di pubblicazione. Questo perché io non direi nulla di nuovo che già dice il sito linkato sopra. Voglio invece soffermarmi sulle difficoltà che ho riscontrato e dare alcuni suggerimenti in proposito: sto parlando dell’interior.
L’interior è la parte più importante, dove bisogna caricare il file del libro. Dico subito che il formato migliore è il PDF/A, che non è proprio il semplice pdf. Ed è qui che sono cascata io. Inoltre, se il vostro lavoro contiene immagini, dovete stare ben attenti che i file siano molto pesanti e che siano molto grandi, anche se poi rimpicciolite tutto nel vostro word, altrimenti rischiate che nella stampa si formi una macchia nera, e che della vostra immagine non resti niente. Niente di riconoscibile.
State ben attenti ai margini (non deve uscire nulla dai bordi o dovrete rifare tutto daccapo) e che abbiate impostato nel word il formato di stampa necessario (Createspace ha un formato predefinito, il 6×9 pollici, ma se cliccate sul “Choose a Different Size” potete scegliere quello che più vi aggrada). A questo punto, convertite il file nel pdf. Per creare il PDF/A ho scaricato gratuitamente PDF Creator: si installa come una nuova stampante nel vostro pc, mi è tornata molto utile.

1formattazione

6×9 pollici su LibreOffice

Io ho fatto un passaggio in più, perché con libreoffice ho messo i numeri di pagina, ma non mi andava di averli tutti nel file di stampa. Se guardate un libro, alcuni numeri non compaiono e partono dal 5 o dal 7, lo stesso verso la fine. Sarò imbranata io (possibilissimo) ma non sono riuscita a togliere quelli che volevo con libreoffice, così ho convertito con lo stesso il file nel pdf, un pdf normale, e poi ho scaricato PDFill che mi ha permesso di modificare il file pdf e cancellare i numeri che volevo. Dal file in PDFill ho riconvertito in pdf e, con questo, ho stampato il file per creare quello in PDF/A.

Immagine

PDFill

È stato molto complicato soprattutto perché ho avuto problemi con le immagini, mi hanno fatto perdere tempo, ma alla fine è andata. Ricordatevi che il file finale in PDF/A deve essere molto pesante, più di 100 mega. Non preoccupatevi, Createspace supporta anche file più pesanti.


Parlando ora invece della versione digitale con Amazon è stato un lavoro più veloce, ma complicato per quanto riguarda la formattazione.

La formattazione del libro cartaceo è stata più semplice, perché una volta impostato il formato, si sceglie un font leggibile in stampa (e magari non coperto da copyright; io ho usato l’EB Garamond, free, scaricabile in rete), si inseriscono i numeri di pagina e qualche accortezza, come le pagine bianche e così via, e il gioco è fatto. Mi sono anche divertita. Ma la formattazione per l’ebook non è così facile come credevo. Se state pensando di convertire semplicemente il file pdf in ebook/mobi/html vi state sbagliando di grosso, perché esce solo un gran pasticcio e niente di comprensibile. Per creare la formattazione per la versione digitale dovete dimenticare tutto quello fatto per il cartaceo. Dovete prendere il testo nudo e crudo e lavorare in una pagina html, o magari usare il vecchio WordPad che c’è in tutti i pc.
Non ho potuto usare l’EB Garamond come non si può usare nessun altro tipo di font che non sia il times new roman. Perché poi, quando andrete a caricare il file su Amazon per creare il mobi di kindle, è questo che vedrete.
Io mi sono fatta aiutare dal caro NVU che crea pagine in html per la rete e che ho sempre usato per la pubblicazione sul sito di scrittura amatoriale EFP. Una valida alternativa è Kompozer (è praticamente lo stesso con un nome diverso; entrambi sono free)
Quando il file è comparso in rete, mi sono accorta però di alcuni errori, errori che non sono riuscita a sistemare con NVU.
A quel punto ho ripreso in mano WordPad e ho ricreato un file html che ho caricato su Calibre, un ebook reader per il pc, il quale, guarda caso, converte i file in formato ebook. Da quel semplice file di html mi sono creata il file in epub e in mobi. Ho usato quest’ultimo per Amazon. Fatto, e niente errori.

1cali

Una volta aperto Calibre, cliccate su “Converti libri”

2cali

Si apre una nuova finestra. Cliccando a lato del “Formati output”, scegliete quello desiderato, in questo caso il mobi

3cali

Si avvia la conversione

4cali

Ecco il formato desiderato. Cliccateci sopra per visualizzare com’è venuto. Se il risultato vi soddisfa, cliccate sul link del percorso e usate il file per Amazon

Sulla pubblicazione su Amazon dirò poche parole. È in italiano e piuttosto semplice, nessuna difficoltà.
Basta collegarsi a questo link e accedere, se avete già un account, oppure registrarvi. Come prima cosa dovrete fare alcuni passaggi che, se avete avviato la pubblicazione con Createspace, ricorderete; solo che stavolta in italiano. È intuitivo, nessuna difficoltà: inserite il titolo dell’opera, se fa parte di una collana (ovvero una serie; basta spuntare la casella e scrivere il titolo della serie corrispondente), la descrizione, ovvero la sinossi del libro, i collaboratori e cioè voi stessi come autori e, se volete, l’illustratore della copertina. L’ISBN non è obbligatorio. Poi si può caricare il file della copertina in TIFF (solo il front, ricordate) e il file del libro che abbiamo preparato prima.
Dopo vi invia alla pagina delle royalty e della diffusione sul territorio.
Se avete dato l’autorizzazione di pubblicare subito il vostro lavoro dovrebbe comparire sul sito di Amazon entro qualche ora (prima in quello americano), altrimenti aspettate la data selezionata.


Nulla, finito. Spero di essermi spiegata e di non aver fatto un minestrone dei miei, o di non aver saltato qualcosa, o aver dato per scontato qualcos’altro. Nel caso, fatemi sapere qui sotto e correggerò quanto prima ^_^
Alla prossima!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...