Il #SanremoArcobaleno visto da Mario

Non ho mai visto Sanremo. Ecco, l’ho detto. E con mai, intendo proprio mai. Sarà che ai miei genitori o a parenti vari non piace, quindi non mi è mai successo nemmeno in famiglia, ma dirò che non mi è mai interessato. Eppure, questo Sanremo l’ho sentito! No, non le canzoni, perché in effetti l’unica cosa che ho visto di Sanremo è stato il pezzetto online dove è stata ospite Cristina D’Avena (*_*), ma ho vissuto l’aria sanremese per il #SanremoArcobaleno e soprattutto per le polemiche spese a questo proposito. Chi ha alzato più la voce tanto da arrivarmi continuamente in home su Facebook è stato Mario Adinolfi.

ramazzotti

Ho adorato che tanti cantanti abbiano indossato o legato al microfono i nastri arcobaleno in favore delle unioni civili! Da che ricordo, non è mai successo in Italia che si sia dato tanto spazio al tema; mi ha reso felice, mi ha fatto piacere. Chiaramente non è successo lo stesso con tutti e alcuni personaggi che combattono per negare i diritti agli altri come Mario Adinolfi hanno invece speso continuamente il loro tempo per scagliarsi contro Sanremo e pure la Rai.

Si è scagliato dapprima contro con Elton John perché ha detto che la miglior cosa della sua vita è stato diventare padre, che brutta cosa; poi ha fatto lo stesso con Nicole Kidman. Come credo si sappia, entrambi hanno scelto la gestazione per altri, oppure come piace definirlo agli omofobi “utero in affitto”, per diventare genitori. Tanti omofobi hanno preferito commentare con il proprio disappunto solo il primo e non la seconda pur avendo “la stessa colpa”, ma non Adinolfi. Lui invece mi ha sorpreso: “l’utero in affitto” è “mercificazione del corpo delle donne” e quindi hanno sbagliato entrambi. Meriterebbe un applauso se non altro per la coerenza, peccato che poi si sia smerdato da solo così:

12705303_942833295800395_7557342907027465805_n

Screen della pagina “Mamme che non vogliono Adinolfi”

Mario ha finalmente ammesso che del corpo delle donne non gliene frega una ciofeca (dopotutto, lui è pro sottomissione della donna all’uomo), l’importante è che i genitori del bambini non siano froci, in pratica. Andando anche contro la Kidman credeva di fare bella figura, e invece va beh. Ti perdoniamo, Mario.

La cosa dei lacci rainbow è rimasta sul groppone tanto che aveva dichiarato non avrebbe seguito Sanremo, fino a quando alla finale non ha twittato per congratularsi con i vincitori! Perché è piaciuta la loro esibizione? Macché, perché non hanno indossato i nastri arcobaleno, naturalmente!

adinolf

Che dispettone a noi gay brutti e cattivi che, dopo tanti cantanti chiaramente a favore delle unioni civili, abbiano vinto proprio quelli che non avevano i nastrini colorati. Che vittoria per Adinolfi, che pacca, non poteva lasciarsi sfuggire l’occasione di rinfacciarcelo subito!
Solo che poi…

giornale

adinolfi

Dai, Mario, non te la prendere! Fatti consolare dalla mamma che ci saranno sicuramente altre occasioni! Ma intanto…

Happy-Loki-GIF

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...