Che palle queste relazioni etero!

Eccomi tornata con un titolo che ricorda lo scorso articolo, non per niente ne è strettamente collegato. Se non sapete di cosa sto parlando, fate un passo indietro e leggete qui, altrimenti buona lettura!
Ah, piccolo avviso: farò spoiler sull’episodio 13 seconda stagione di Supergirl andato in onda ieri notte negli USA (io lo guardo in diretta dal canale americano la notte): sono spoiler strettamente necessari o mi asterrei, mi spiace!

. Continua a leggere

Di tutto un po’

Oh, finalmente rieccomi! Con questo post spero di tornare un po’ più attivamente sul blog; non scriverò un articolo al giorno, ma diciamo che spero di non dimenticarmi della sua esistenza 😛
Allora, come da titolo, ho un po’ di cose da raccontare che racchiuderò tutte qui dentro!

Continua a leggere

Parliamo di Person of Interest. Parliamo di Root

C’era una volta una bambina. Era piccola e psicopatica, le avevano dato un nome e uno scopo, mentre, intanto, cucivano per lei un grazioso vestitino. Il vestitino non era ancora pronto e gli anni passavano: la bimba piccola e psicopatica diventava grande e indipendente, si ritagliava una vita sua, una vita migliore. E poi il vestitino fu pronto e cercarono di farglielo indossare, ma ormai le stava stretto. Non era più della sua misura; non era adatto a lei ma la costrinsero lo stesso a usarlo. E infine le spararono.

Ecco, questo è il sunto in metafora di ciò che è successo a un personaggio che amavo, ho amato, che amo e amerò per sempre: Root di Person of Interest.

Se non avete seguito la programmazione americana e non volete spoiler: state alla larga da questo articolo. O leggetelo. Così vi preparate al peggio.  Continua a leggere

Nuova fan fiction: 4A – A Shoot Spinoff: Untitled

Come avevo scritto in alcuni passati articoli qui sul blog, mi ero appassionata a Person of Interest e in particolare a Root e Shaw. Erano diventate la mia coppia telefilmica preferita insieme alle Clexa di The 100 ma, proprio come loro, non hanno avuto giustizia in tv. Person of Interest è finito ed è finito malissimo, per quel che mi riguarda (scriverò un articolo per spiegare il mio punto di vista), tanto è vero che, per scappare dall’orrore in cui la visione dell’episodio 5×10 mi ha confinata, ho deciso di scrivere una fan fiction che per un po’ ha continuato a ronzarmi in testa con insistenza e ho ceduto. E siccome una fan fiction è fantasia e si può anche “esagerare”, il mio testo non solo tratterà della coppia Root/Shaw (Shoot), ma anche quella composta dalle attrici che le interpreta(va)no: Amy Acker e Sarah Shahi (Shacker).

A partire da oggi e così via per altri nove lunedì pubblicherò la fan fiction qui sul blog, su EFP e su Wattpad.

CLICCATE QUI PER LEGGERE IL PRIMO CAPITOLO
Buona lettura ^_^

Link per EFP
Link per Wattpad

Ps. Da oggi in poi, su in alto c’è anche il menù a tendina “fan fiction”: la troverete lì!

Scrivo, anche se non sono brava a scrivere

Non sono mai stata brava a scrivere. Ricordo fin troppo bene i temi alle scuole elementari pieni di segni con la penna rossa. Le maestre mi riempivano di complimenti perché a tutte piaceva ciò che scrivevo, ma mai come lo scrivevo. Tutto regolare, perché nonostante fin da piccola, a partire da mia madre alle maestre, mi dicessero di leggere e di farlo tanto, io non lo facevo. Per non parlare dell’imparare i verbi che erano diventati le nuove tabelline, i miei nemici mortali: i miei cugini giocavano nella piazzetta sotto casa di mia nonna mentre io, confinata sul terrazzo, ripetevo le tabelline. Oh, quanto le ho odiate. Continua a leggere