Che palle tutte queste coppie etero!

Ho avuto la vostra attenzione con questo titolo? Lo spero.
Bentornate e tornati sul mio blog! Questo è il mio primo articolo dell’anno, ed è parecchio tardi, vedo, siamo quasi a fine gennaio, ma quando l’ispirazione scarseggia, è difficile riuscire a scrivere anche solo una riga…
Allora, perché questo titolo? Di cosa parlerà il mio primo articolo dell’anno? Di una piccola iniziativa! Seguitemi…

Continua a leggere

Trasposizioni filmiche e telefilmiche: personaggi bianchi diventati neri

loris

Ieri ho trovato questa domanda su una pagina Facebook e ho pensato di provare a rispondere. Mi sono poi ricordata che sono diventata quasi asociale e quindi ho lasciato perdere. Tuttavia, dopo mi sono anche ricordata che non riesco a non pensarci se ho qualcosa da dire, e dunque ho deciso di scrivere la risposta qui, sul blog.
Sono una persona semplice.
Che poi mi sembra un argomento carino da trattare (e pochetto più lungo di quanto si è disposti a leggere come risposta a un commento su FB).

Allora…

Continua a leggere

Omofobia in famiglia: il realismo di Jenny’s Wedding

jennys_wedding_posterQualche giorno fa mi sono vista Jenny’s Wedding, il film diventato famoso per la coppia telefilmica composta da Isobel Stevens di Grey’s Anatomy e Rory Gilmore di Gilmore Girls. Di film a tema lesbico ne ho visti un bel po’, a tema LGBT in generale meno ma, fra tutti loro, questo è senza dubbi il più vero. Non è il mio preferito, per piacermi tremendamente come altri doveva possedere altre caratteristiche, ma è di tutt’altro stampo per rientrare in una classifica del genere. Jenny’s Wedding è una commedia reale e si concentra su un aspetto reale della vita, non è nato per raccontare una semplice storia d’amore: questa è la differenza più sostanziale.  Continua a leggere

Best Blogger: iniziativa a catena per farsi conoscere un po’

Urca! È la prima volta che partecipo a cose come questa sul blog e non sono nemmeno certa di fare tutto corretto, ma ci provo. Perché no? Può essere divertente e ci si fa conoscere, fintanto che non si inizia a ciarlare dei soliti “se non parteciperai/condividerai/risponderai morirà pinco/pallo/caio e tizio”. Continua a leggere

Ho visto Cloud Atlas e ho pianto

Sono a casa ammalata e ne sto approfittando per guardare alcuni film messi da parte. Tra questi, c’era Cloud Atlas: ho dovuto interromperlo ieri per cause di forza maggiore e ho finito di vederlo questa mattina. È strano, perché ci sarebbe così tanto da dire che non riesco a dire nulla; così tanto da raccontare e nessuna parola giusta per farlo.   Continua a leggere

Inkheart: quando i nostri mondi prendono vita

Ieri notte ho (ri)visto Inkheart – La leggenda di cuore d’inchiostro e più che mai come in questo periodo che sto scrivendo parecchio l’ho apprezzato così tanto.
Se non avete ancora visto questo film, fate presto a recuperarlo, perché è una vera perla. La trama vede protagonista un uomo dalla capacità rara di rendere vivo ciò che legge, trasportando non solo oggetti ma anche le persone dei libri nel proprio mondo e viceversa, chiamato Lingua di Fata. Nella scoperta di questo incredibile dono, ha fatto l’errore di portare nel suo mondo l’uomo protagonista di un libro ma, soprattutto, di scambiarlo con sua moglie, imprigionandola in quelle pagine. Il film  continua fra nemici potenti e creature provenienti dai più famosi libri, come le scimmie volanti de Il mago di Oz e il Minotauro.

Da scrittrice (o almeno una che ci prova, Continua a leggere