Omofobia in famiglia: il realismo di Jenny’s Wedding

jennys_wedding_posterQualche giorno fa mi sono vista Jenny’s Wedding, il film diventato famoso per la coppia telefilmica composta da Isobel Stevens di Grey’s Anatomy e Rory Gilmore di Gilmore Girls. Di film a tema lesbico ne ho visti un bel po’, a tema LGBT in generale meno ma, fra tutti loro, questo è senza dubbi il più vero. Non è il mio preferito, per piacermi tremendamente come altri doveva possedere altre caratteristiche, ma è di tutt’altro stampo per rientrare in una classifica del genere. Jenny’s Wedding è una commedia reale e si concentra su un aspetto reale della vita, non è nato per raccontare una semplice storia d’amore: questa è la differenza più sostanziale.  Continua a leggere

Annunci

17 maggio, Giornata Internazionale contro l’Omofobia: vi presento l’omofobo medio

Il 17 maggio 1990, l’OMS rimuove l’omosessualità dai disturbi mentali e ancora oggi, a distanza di 25 anni, molta, troppa gente ancora crede che l’omosessualità sia una malattia da curare, un disturbo, un vizio, una patologia sviluppata a causa di violenze o di genitori assenti. Dopo 25 anni da allora, in molti paesi del mondo l’omosessualità è ancora punita con il carcere e/o con la morte. Dopo 25 anni da allora, devo ancora leggere di gente convinta che un bambino non deve sapere dell’esistenza dell’omosessualità perché non è salutare per la sua crescita.

Oggi è la Giornata Internazionale contro l’Omofobia e di nuovo ho discusso con omofobi su Facebook che, chiaramente, non si ritenevano tali. Continua a leggere