Omofobia in famiglia: il realismo di Jenny’s Wedding

jennys_wedding_posterQualche giorno fa mi sono vista Jenny’s Wedding, il film diventato famoso per la coppia telefilmica composta da Isobel Stevens di Grey’s Anatomy e Rory Gilmore di Gilmore Girls. Di film a tema lesbico ne ho visti un bel po’, a tema LGBT in generale meno ma, fra tutti loro, questo è senza dubbi il più vero. Non è il mio preferito, per piacermi tremendamente come altri doveva possedere altre caratteristiche, ma è di tutt’altro stampo per rientrare in una classifica del genere. Jenny’s Wedding è una commedia reale e si concentra su un aspetto reale della vita, non è nato per raccontare una semplice storia d’amore: questa è la differenza più sostanziale.  Continua a leggere

Annunci

Scrivo, anche se non sono brava a scrivere

Non sono mai stata brava a scrivere. Ricordo fin troppo bene i temi alle scuole elementari pieni di segni con la penna rossa. Le maestre mi riempivano di complimenti perché a tutte piaceva ciò che scrivevo, ma mai come lo scrivevo. Tutto regolare, perché nonostante fin da piccola, a partire da mia madre alle maestre, mi dicessero di leggere e di farlo tanto, io non lo facevo. Per non parlare dell’imparare i verbi che erano diventati le nuove tabelline, i miei nemici mortali: i miei cugini giocavano nella piazzetta sotto casa di mia nonna mentre io, confinata sul terrazzo, ripetevo le tabelline. Oh, quanto le ho odiate. Continua a leggere

Una vita programmata

Ad alcuni piacciono così tanto i percorsi prestabiliti, ma così tanto, che non ci pensano nemmeno con l’anticamera del cervello che forse tu vuoi qualcosa di diverso. Le donne fanno così e gli uomini cosà. A una certa età devi fare questo o quest’altro. Quello è per maschi e non per femmine o viceversa.

E così, ieri mi è stato fatto notare che non ho ancora un ragazzo. Anzi, che sono talmente sbadata che, oh, il ragazzo mi ci dovrebbe inciampare addosso per farsi notare dalla sottoscritta. Che sono lenta, anche se, per carità, non è che sia un male, l’importante è che prima o poi succeda. E succederà, perché è così che devono andare le cose; per forzaContinua a leggere